EDITORIALE

Parola al Sindaco

“Siamo infatti autorizzati a pensare:
essere persone ragionevoli è un contributo indispensabile per il bene comune”
(Mons. Mario Delpini)

Lo scorso 6 dicembre ho partecipato, insieme ad un centinaio di Sindaci e amministratori locali, alla celebrazione dei vesperi in onore di Sant’Ambrogio tenutisi nell’omonima basilica.

In questa occasione alla vigilia della festa patronale milanese, da cinquant’anni a questa parte, l’Arcivescovo rivolge un “discorso alla città”.

E’ un importante momento di riflessione sui temi di attualità, che non si rivolge solo alla locomotiva economica del nostro paese, ma che allarga lo sguardo all’intera Diocesi ambrosiana.

Il titolo del discorso, “Autorizzati a pensare”, la dice lunga sul messaggio stimolante e provocatorio che Monsignor Delpini ci vuole lasciare. E il sottotitolo è ancora più esplicito: “Visione e Ragione, nella costruzione del bene comune”.

<pVisione nel disegnare un futuro incerto, ma non necessariamente fosco; ragione nell’affrontare le problematiche scevri da quell’eccesso di emotiva istintività che pervade il dibattito politico a tutti i livelli.

E’ un invito a recuperare la necessaria razionalità, quella che fa dare il giusto peso alle cose, che aiuta a fissare le priorità nell’agire e che evita di formulare giudizi frettolosi, approssimativi, escludenti.