EDITORIALE

Parola al Sindaco

Dalla sua inaugurazione l’aeroporto della Malpensa rappresenta allo stesso tempo una “croce” ed una “delizia” per il nostro territorio.

Croce perché porta con sé disagi derivanti dall’inquinamento acustico (le famigerate rotte di decollo) ed atmosferico, delizia perché è uno dei principali fattori trainanti dell’economia locale.

Sea, l’ente gestore dell’aeroporto, ha presentato un piano industriale (il “Masterplan”) che prevede il graduale aumento dei passeggeri fino a raggiungere i 32 milioni nell’anno 2030 ed il raddoppio delle merci trasportate sempre entro il 2030.

Si tratta di uno scenario che, pur ipotetico e probabilmente ottimistico, desta legittime preoccupazioni. Anche per questo motivo i sindaci del cosiddetto “CUV” (il Consorzio Urbanistico Volontario, costituito nel 1972, che raggruppa i nove comuni del sedime aeroportuale e di cui anche Somma Lombardo fa parte) hanno elaborato alcune considerazioni da inviare a SEA.

Per i nove sindaci, lo sviluppo dell’aeroporto, se ci sarà, non potrà che essere “equilibrato”, vale a dire rispettoso del territorio, delle sue esigenze, delle sue tradizioni.

....leggi tutto....